Informazioni dal web

Lo sapevi che

Antiquariato e Collezionismo

Possedere un pezzo del passato ha un fascino universale. Secondo il filosofo e antiquario Leon Rosenstein, sono il valore, l’unicità e la bellezza degli oggetti più antichi ad attrarci, insieme alle loro associazioni storiche e culturali. Per alcuni, comprare e vendere pezzi tangibili di storia è un affare; per altri è una vocazione. Mike Wolfe, una delle star dello show televisivo “American Pickers”, afferma che scoprire e riportare antiche reliquie del passato al loro antico splendore è come salvare la storia americana, un pezzo alla volta.

Mentre molte persone hanno familiarità con gli oggetti di antiquariato, molti non sono consapevoli del crescente mercato di altri oggetti da collezione, da automobili, giocattoli, fumetti e arte popolare. Secondo il censimento economico degli Stati Uniti del 2012, il settore rappresenta oltre 13 miliardi di dollari di entrate per quasi 20.000 aziende, dai negozi individuali alle gigantesche società di aste online come eBay e Heritage Auctions.

Tutti, a quanto pare, hanno di tanto in tanto un tocco di nostalgia, un desiderio sentimentale di tornare ai giorni di felicità passati. Antiquariato e collezionismo sono testimonianze tangibili della storia, monumenti di un’epoca più lenta e semplice in cui il futuro era luminoso e gli ostacoli sembravano facili da superare.

A differenza della maggior parte delle esperienze di vendita al dettaglio, l’acquisizione di parti del passato richiede una ricerca diligente seguita da una negoziazione del prezzo antiquata (“dickering”) tra acquirente e venditore. Il valore è nella mente di entrambe le parti, più che in qualsiasi analisi obiettiva, poiché molti articoli sono unici. Di conseguenza, un’acquisizione di successo richiede un occhio attento e trattative disciplinate. Per molti, l’opportunità di competere sul prezzo, mettendo l’uno contro l’altro l’ingegno l’uno contro l’altro, è gratificante quanto l’acquisto degli articoli stessi.

Trovare vecchi tesori può essere gratificante sia finanziariamente che emotivamente. Mentre la maggior parte dei collezionisti acquista pezzi più vecchi per il loro fascino artistico o nostalgico, molti hanno scoperto che la ricerca di mercatini delle pulci, mercatini e vecchi fienili e case è eccezionalmente redditizia. Per esempio:

  • Una copia della Dichiarazione di Indipendenza . Nel 1989, un analista finanziario di Filadelfia acquistò un dipinto antico di un paese per $ 4 in una vendita di garage. Sebbene trovasse il dipinto mediocre, gli piaceva la cornice. Durante il tentativo di rimuovere l’immagine dalla cornice, ha trovato un documento piegato sotto la tela. Risultò essere una delle 23 copie conosciute della prima impressione della Dichiarazione di Indipendenza del 1776. L’analista successivamente vendette la sua scoperta a un’asta tenuta da Sotheby’s il 14 giugno 1991 per $ 2,42 milioni. Da allora sono state trovate diverse altre copie del valore di milioni di dollari.
  • Un dipinto di Jackson Pollock . Negli anni ’90, un camionista in pensione ha acquistato quello che considerava un’opera d’arte divertente per $ 5 da un negozio dell’usato della California. Aveva intenzione di usare l’immagine per un bersaglio per le freccette. Un amico insegnante d’arte, vedendo il dipinto, ha suggerito che potrebbe essere prezioso e dovrebbe essere valutato. Mentre la sua autenticità come Jackson Pollock è stata messa in dubbio, all’acquirente sono stati offerti 9 milioni di dollari per il dipinto.
  • Prima registrazione dei Velvet Underground . Nel 2002, un collezionista di dischi ha acquistato un disco di acetato da 12 pollici in un mercatino delle pulci di Manhattan per $ 0,75. Il disco, ritenuto una copia del primo album dei Velvet Underground, si è rivelato essere un acetato unico nel suo genere nello studio fatto durante la tua prima sessione di registrazione. Il disco è stato venduto su eBay per 155.401 dollari nel 2006.
  • Una collezione di figurine da baseball del 1870 . Alla fine del 2014, una donna anziana ha trovato la sua collezione di figurine da baseball Boston Red Stockings del valore di $ 1 milione mentre visitava lo spettacolo televisivo “Antiques Roadshow”. Le carte erano state date alla sua trisnonna che gestiva la pensione in cui la squadra soggiornò tra il 1871 e il 1872, ed erano state lasciate in un vecchio cassetto della scrivania.

I casi di trovare tesori da milioni di dollari sono rari. Tuttavia, la gioia della ricerca e della raccolta è alla portata di tutti.

È possibile raccogliere oggetti di ogni tipo, inclusi libri della prima edizione, autografi, insegne di negozi, bambole Kewpie, armi da fuoco, auto e moto e abbigliamento. Alcune persone mantengono i loro acquisti, mentre altre acquistano oggetti come investimenti da vendere a un altro acquirente disposto a pagare un prezzo più alto. Qualunque sia la tua ragione, non c’è motivo per cui non puoi diventare un “selettore” e provare le gioie di una scoperta inaspettata.

Antiquariato vs. oggetti da collezione

Gli oggetti d’antiquariato sono generalmente considerati oggetti con più di 100 anni. Gli oggetti da collezione hanno meno di un secolo, ma possono essere altrettanto preziosi. “Vintage” si riferisce generalmente a oggetti che hanno 20 o più anni, mentre “retrò” si riferisce a tutto ciò che sembra essere datato o fuori moda rispetto agli oggetti moderni.

Indipendentemente dall’età, il valore di un articolo dipende esclusivamente dalla domanda e dall’offerta. Di conseguenza, alcuni oggetti d’antiquariato rari vengono venduti a meno di un oggetto da collezione più recente perché non c’è richiesta per il primo e alta domanda per il secondo. Gli oggetti da collezione sono generalmente acquisti emotivi che hanno valori più volatili rispetto agli oggetti d’antiquariato, che sono meglio stabiliti attraverso una storia più lunga.

Il margine su oggetti d’antiquariato e da collezione può essere di diverse centinaia percento, poiché gli articoli sono unici e gli acquirenti spesso non sono consapevoli dei valori correnti. In particolare, i prezzi nei negozi di antiquariato e da collezione sono alti per favorire una probabile trattativa sul prezzo finale. Gli acquirenti che cercano articoli specifici dovrebbero fare le loro ricerche prima di acquistare per assicurarsi di pagare un prezzo equo per gli articoli che desiderano.

Compra ciò che ami

Secondo il Daily Express, l’antiquario britannico John Hansford afferma che dovresti acquistare solo oggetti che ti appassionano. Il banditore online Patrick van der Vorst è d’accordo, osservando che “devi amare ciò che acquisti poiché non vi è alcuna garanzia che aumenterà di valore”.

Ci sono molte ragioni per amare gli oggetti più vecchi per il loro bene:

  • Bellezza e durataPiù della metà degli Stati Uniti era senza elettricità fino al 1932, quindi la maggior parte degli oggetti erano realizzati a mano con materiali naturali. Ad esempio, i mobili sono stati realizzati per uno scopo specifico – una culla per un bambino, un tavolo da cucina per una nuova famiglia – da artigiani che hanno impiegato ore a creare ogni pezzo. Un gran numero di mobili in legno è stato assemblato con incastri a coda di rondine, che sono quasi impossibili da separare. Gli oggetti sono stati realizzati in vero legno duro, non compensato con impiallacciature incollate. La ghisa era il metallo preferito da molti artigiani, veniva prodotta in stampi a base di sabbia e lucidata fino a quando le superfici erano lisce. Per molti, la ghisa moderna (prodotta dagli anni ’50) non è la stessa cosa. Le padelle in ghisa sono oggetti preziosi tramandati di padre in figlio da generazioni. Mentre il vetro veniva prodotto nelle fabbriche, veniva soffiato a mano senza il beneficio dell’elettricità. Durante la produzione sono stati utilizzati materiali pericolosi come il cobalto, ora vietato, che ha prodotto colori che rimangono vividi e non possono essere consumati.
  • Cura nella produzione . La maggior parte dei materiali per la biancheria da letto, come copriletti e coperte, sono stati realizzati a mano da frammenti di vecchi indumenti e conservati nelle famiglie per generazioni. Ogni trapunta, a volte firmata e datata, era un’opera d’arte unica. Federe e biancheria da letto sono state decorate attraverso ore di lavoro all’uncinetto, punto croce e pizzo a fuselli, a volte a lume di candela, e spesso includevano minuscole macchie di sangue dalle dita punte. I vestiti erano fatti a mano per tutti tranne che per i ricchi, poiché pochi potevano permettersi vestiti acquistati in negozio. I giocattoli erano semplici, fatti di legno, stoffa o metallo, progettati per durare anni di gioco.
  • Storia L’ America oggi è un’economia usa e getta. Gli oggetti si consumano raramente, ma diventano obsoleti a causa di nuove incarnazioni con più gadget e funzionalità. Le moderne apparecchiature elettroniche – televisori, radio, computer e tablet – sono prodotte in serie con garanzie limitate e canali di riparazione inesistenti. La produzione moderna viene eseguita da robot e guidata da complicate programmazioni software in fabbriche straniere. Gli oggetti d’antiquariato ci ricordano un’epoca in cui c’era orgoglio nell’artigianato, i prodotti erano costruiti per durare e i proprietari erano in grado di eseguire molte delle proprie riparazioni. Sono reliquie di un altro tempo che è sbiadito, ma ci ricordano le vittorie e le difficoltà della nostra eredità.
  • Senza tempo Gli oggetti d’antiquariato non passano mai di moda, aggiungendo consistenza, energia e personalità all’arredamento moderno. Sebbene possano rompersi e richiedere una manutenzione e una pulizia speciali, sono generalmente ben fatti. Una sedia che è durata un secolo con ragionevole cura è destinata a durare un altro secolo. Sono i migliori prodotti “verdi”, che vengono riciclati e riutilizzati generazione dopo generazione.

Le chiavi per una selezione di successo

Trovare quel pezzo davvero unico che vale 10 volte più di quello per cui hai pagato, o il tesoro che diventa il punto focale del tuo salotto, non è solo questione di fortuna. Si tratta di utilizzare i consigli comprovati di raccoglitori esperti. In alcuni casi, il tuo vantaggio potrebbe essere la velocità, essendo il primo sulla scena, mentre altre volte, la conoscenza ti consente di riconoscere il valore che altri acquirenti mancano. I collezionisti esperti raccomandano quanto segue.

1. Restringi la tua attenzione

Scegli una o due categorie che ti interessano e impara il più possibile sugli articoli all’interno di quella categoria: il periodo di tempo, i produttori o i produttori e i prezzi d’asta correnti. Quasi tutti i venditori conoscono l’attuale prezzo d’asta dei loro oggetti da collezione e utilizzano tali informazioni nelle negoziazioni. Affidati a libri, riviste e Internet per informazioni sul mercato e parla anche con altri collezionisti.

2. Decidi lo spazio di archiviazione per i tuoi acquisti

Molte persone conservano ed espongono le loro collezioni nelle loro case. Alcune persone usano persino gli articoli che acquistano.

Il luogo in cui scegli di conservare i tuoi oggetti da collezione dovrebbe dipendere dal loro valore e dalla possibilità di danni. Ad esempio, libri, autografi, fumetti e oggetti storici richiedono un’archiviazione speciale, mentre gli oggetti costosi possono richiedere una protezione speciale. Ricorda che qualsiasi danno a un oggetto d’antiquariato o da collezione può influire gravemente sul suo valore.

3. Capire come la condizione influenza il valore

Alcuni articoli devono essere conservati “così come sono”, mentre altri richiedono una pulizia o una riparazione occasionale. Le monete non devono essere pulite in quanto possono ridurne il valore. Altre cose, come mobili o opere d’arte, potrebbero richiedere una pulizia e una manipolazione speciali. Alcuni oggetti aumentano di valore se restaurati, come auto e moto, mentre gli oggetti in metallo possono beneficiare di un po’ di ruggine e sporcizia.

Ci sono alcuni beni che variano di prezzo a seconda di come un perito li valuta o li valuta, come fumetti o monete. Assicurati di conoscere le autorità di classificazione e come influiscono sul valore di un oggetto: il prezzo che offri per un pezzo dovrebbe considerare i costi di pulizia, restauro e classificazione, se necessario.

4. Ispeziona attentamente ogni potenziale acquisto

Il mercato dell’antiquariato e degli oggetti da collezione è pieno di truffatori, falsi e riproduzioni. Le nuove stampanti digitali possono riprodurre opere d’arte che sono indistinguibili dall’oggetto reale ad occhio nudo e inesperto. Gli oggetti in legno e metallo possono essere esposti alle intemperie artificialmente per dare l’impressione dell’età e dell’uso. Anche gli oggetti originali possono presentare linee e ammaccature quasi invisibili che ne compromettono il valore.

Chiedi al venditore informazioni su danni o restauri precedenti e controlla tu stesso la sua posizione sulla parte. Quando si considera un oggetto, prenderlo e scansionare ogni dimensione – superiore, inferiore, laterale, interna ed esterna – per nomi, segni di identificazione e numeri di serie. Tuttavia, assicurati di chiedere il permesso al proprietario prima di maneggiare qualsiasi parte; nella maggior parte dei casi, se lo rompi, lo compri.

Molti acquirenti di antiquariato portano i seguenti oggetti:

  • Piccola torcia per quei posti difficili da vedere
  • La lente da gioielliere cerca un’impressione piccola o erosa
  • Luci nere per controllare la porcellana o le moderne riparazioni di vernice (entrambe fluorescenti sotto la luce)
  • Piccolo magnete per identificare i metalli che possono essere nascosti dalla vernice (acciaio e ferro sono magnetici, ottone, oro, argento e platino no)

5. Ottenere la provenienza, se possibile

La provenienza è la prova dell’origine di un particolare pezzo e può includere ricevute di acquisto, documenti della casa d’aste, perizie professionali, fotografie e documenti storici. Sebbene non sia possibile acquisirlo con alcuni oggetti, è sempre una buona idea chiedere la storia dietro un pezzo, così come qualsiasi prova per confermare che la storia è vera.

6. Inizia in piccolo, costruendo man mano che acquisisci esperienza

Nei primi giorni della vendemmia, l’entusiasmo può prevalere sul buon senso. Molti collezionisti, desiderosi di costruire una riserva, tornare a casa per trovare un oggetto acquistato non è così desiderabile come sembrava nella foga del momento.

Farai degli errori, lo fanno tutti all’inizio. Non scoraggiarti: se impari dai tuoi errori, il valore della collezione alla fine compenserà i tuoi errori.

7. Non aver paura di sporcarti le mani

Sebbene la maggior parte dei raccoglitori non sia dedicata come le star di “American Pickers”, potresti avere l’opportunità di guardare in luoghi inaspettati prima di sollecitare il pubblico in generale. La maggior parte degli articoli che vedrai sono venduti “così come sono”, il che significa che è probabile che siano sporchi, unti o entrambi. I vecchi vestiti possono essere ammuffiti e oggetti di metallo ricoperti di ruggine. Ricorda che un diamante grezzo non è come il diamante nella mano della sposa.

8. Goditi la tua collezione

Mostra i tuoi articoli affinché gli altri possano vederli e apprezzarli. Man mano che la tua collezione cresce, sii orgoglioso della sua unicità. Se è di interesse locale o storico, contatta aziende, biblioteche e musei per esporre la tua collezione; assicurati solo di prendere le misure di sicurezza adeguate. Di conseguenza, dovresti aspettarti di incontrare altri appassionati che potrebbero essere fonti di istruzione o addirittura aggiunte alla tua collezione.

Mentre scoprire un pezzo eccezionale è sempre un’emozione, c’è ancora del lavoro da fare dopo averlo fatto. Il passaggio successivo consiste nell’acquistare l’articolo a un prezzo adatto al tuo budget.

 

Le chiavi del successo di Dickering

Fino al 1860 negli Stati Uniti, i prezzi di un prodotto erano determinati attraverso trattative tra l’acquirente e il venditore. Chiamato “dickering” o “mercanteggiamento” negli Stati Uniti, praticamente tutti avevano una certa esperienza nel processo.

Il sistema di prezzi fissi al dettaglio, il precursore dei moderni sistemi di prezzi dei prodotti, è stato introdotto per la prima volta da John Wanamaker nel suo negozio di Filadelfia nel 1861. Wanamaker ha combinato i primi espositori per punti vendita con un prezzo unico dichiarato e una “garanzia di soddisfazione” per rivoluzionare Al dettaglio. Il concetto si è diffuso rapidamente ad altri rivenditori ed è oggi il sistema di prezzi dominante nel mondo industrializzato. Di conseguenza, molti acquirenti e venditori americani hanno perso la capacità di negoziare.

Le auto nuove rappresentano uno dei pochi mercati in cui esiste ancora un contenzioso tra acquirente e venditore. Tuttavia, nel 2014, Sonic, il quarto rivenditore di auto più grande della nazione con 105 negozi, ha annunciato una politica sui prezzi senza contrattare che entrerà in vigore nel 2015. General Motors Saturn Corp. ha operato per un decennio con prezzi fissi, ma non è più a lungo negli affari.

Programmi televisivi come “American Pickers” e “Pawn Stars” su History Channel illustrano il processo di negoziazione tra acquirente e venditore. Le tecniche in mostra possono essere efficaci se acquisti un libro antico, un elettrodomestico da Home Depot (che dà al personale un po’ di libertà per negoziare il prezzo) o un ornamento in una vendita di garage locale.

Esistono diverse fonti, online e offline, che forniscono suggerimenti e strategie di negoziazione. Il suo consiglio può essere distillato nelle seguenti raccomandazioni.

1. Fai la tua ricerca

Conoscere il più possibile l’oggetto che si è interessati all’acquisto è fondamentale. Assicurati di comprendere il tuo mercato e fai sapere all’altra parte che hai fatto i compiti.

Indipendentemente dal fatto che la tua controparte abbia le stesse conoscenze o meno, l’esperienza semplifica le negoziazioni e aiuta a evitare bluff, disinformazione e intimidazione. La preparazione è essenziale per ottenere il miglior prezzo.

2. Sii gentile in ogni momento

Il fatto che stai negoziando è la prova che l’altra parte vuole fare un accordo. Gli umani preferiscono sempre la gentilezza dell’accordo alla discordia del conflitto, quindi impara a non essere d’accordo senza essere spiacevole. Un sorriso non è mai inappropriato. Le trattative non dovrebbero mai essere personali, quindi non prendere nulla sotto questa luce: le persone generalmente rispondono allo stesso modo. Se sei scortese, condiscendente o brusco, diventi il ​​centro della discussione, di solito a scapito della transazione.

3. Non negoziare con te stesso

Lascia che l’altra parte faccia la prima offerta perché potrebbe essere migliore di quanto avevi in ​​mente. Se fai una controfferta, consenti all’altra parte di rispondere prima di modificare il prezzo.

Alcuni negoziatori professionisti suggeriscono che prima di fare una controfferta, dovresti dire qualcosa del tipo: “Mi sembra alto. È il tuo prezzo migliore?” Ciò incoraggia l’altra parte a negoziare con se stessa, il che può abbassare il prezzo prima ancora di impostare un numero. Puoi sempre fare una controfferta se il venditore è fermo sul prezzo.

4. Usa il silenzio a tuo vantaggio

Molte persone sono a disagio con il silenzio e sentono la pressione di riempire lo spazio vuoto. Tuttavia, secondo Consumer Reports, Steven Cohen, presidente di Negotiations Skills, afferma che il disagio potrebbe tradursi in un prezzo migliore, poiché l’altra parte pensa, “Forse quello che ho detto non sembrava attraente” e rende un nuovo, più attraente offerta.

5. Usa i difetti dell’oggetto a tuo vantaggio

Ispezionando attentamente gli articoli prima dell’offerta, è possibile identificare imperfezioni, riparazioni e altri difetti che potrebbero comportare un prezzo inferiore. I venditori tendono a valutare gli oggetti come se fossero perfetti, in vista delle imperfezioni.

Indica i costi delle riparazioni necessarie e fai un’offerta che rifletta tali riparazioni, indipendentemente dal fatto che tu intenda eseguirle o meno. Guarda un episodio di “American Pickers” per vedere come Mike Wolfe usa le carenze nelle sue negoziazioni.

6. Rompi un vicolo cieco con il pacchetto

Quando i negoziati falliscono, cambia il campo di gioco. Offri di acquistare o vendere più quantità dell’articolo desiderato o di includere altri articoli nel prezzo. L’aumento del valore totale della transazione incoraggia l’altra parte a raggiungere un accordo. I concessionari di automobili sono particolarmente abili nel raggruppare, fornendo manutenzione gratuita o finanziamenti a basso costo come parte della transazione. Segui il loro esempio.

7. Usa denaro e presenza a tuo vantaggio

Le transazioni con carta di credito comportano commissioni che riducono le entrate totali per i venditori e l’elaborazione degli assegni personali può richiedere giorni. Il denaro elimina le commissioni e i tempi di elaborazione e fornisce benefici psicologici e tattili alle parti. In caso di pagamento in contanti, chiedere uno sconto, anche se le trattative sul prezzo sono state completate.

Sottolinea che, a differenza di altri potenziali acquirenti, sei presente, hai fondi e vuoi concludere un accordo. Fai notare che altri acquirenti potrebbero presentarsi o meno e non è più probabile che paghino un prezzo più alto del tuo. Dopotutto, un uccello in mano vale più di due nella boscaglia.

8. Sentiti libero di andartene

È facile farsi prendere dalla concorrenza della contrattazione in modo che la voglia di vincere sia al centro della scena, piuttosto che colpire un prezzo equo. Il processo dell’asta è popolare tra i venditori per questo motivo. Gli offerenti trattano il processo come una competizione con altri offerenti, perdendo di vista i valori sottostanti. I negoziatori esperti si rendono conto che non avranno successo ogni volta. A volte un incontro di menti non è possibile.

Quando è chiaro che una transazione non può essere completata, non bruciare i ponti. Considera di aver stabilito un prezioso contatto con qualcuno che potrebbe essere una fonte per ulteriori acquisizioni o un collegamento con altri acquirenti e venditori in un secondo momento. Informa l’altra parte che se le condizioni cambiano, potrebbe essere ancora interessata all’articolo. Rimanere simpatico non ti costa nulla e può ripagare alla grande lungo la strada.